26 giugno
L'ALMANACCO PULP dei Mutzhi Mambo 
"Dovrei restare o dovrei andare?" recita il suo pezzo più famoso: si, stiamo parlando di Lui, il grande MICK JONES, il chitarrista dei Clash che oggi festeggia il compleanno! Ha imparato a suonare da autodidatta, facendo il roadie, esempio di un artigianato musicale che in questi tempi di talent vorrebbero soffocare. Comunque ne ha fatta di strada il ragazzotto cresciuto a Brixton che voleva diventare una rockstar; e pensare che il produttore del suo primo gruppo lo buttò fuori perché era troppo brutto, troppo secchino...per sua fortuna gente come i New York Dolls o i Ramones dimostrarono che anche i freaks potevano suonare il rock'n'roll, e che rock'n'roll! Rimani pure buon, vecchio Mick!!

La citazione di oggi è una bella sparatoria:
"Héctor buttò a terra i caffè e le frittelle, tirò fuori la pistola e cominciò a sparare correndo in diagonale attraverso le pozzanghere.
Il suo secondo sparo attraversò il cranio di uno dei Falchi che cercava di scendere dalla macchina senza finire con i piedi in un canaletto di scolo.
Continuò a correre e a sparare. Con un altro tiro centrò la gamba di un Falco che usciva dall'edificio. E stava quasi per raggiungere il riparo della struttura metallica dell'edicola quando una raffica gli tagliò il corpo in due scagliandolo in aria, squarciato, spaccato.
Quando cadde nella pozzanghera era già quasi morto. La mano affondò nell'acqua sporca cercando di afferrare qualcosa, di trattenere, di impedire che tutto se ne andasse. Poi rimase immobile. Un uomo gli si avvicinò e gli diede un calcio in faccia, e un altro. Risalirono in macchina e se ne andarono. Sul cadavere di Héctor Belascoaràn Shayne continuò a piovere."
Pablo Ignacio Taibo II - Niente lieto fine

b_400_0_0_00_images_Mick_Jones.jpg